SPECIALE  CENA DI SAN SILVESTRO


 

ANTIPASTO CANTINA DELLA BRUNA

 

PRIMO PIATTO

RAVIOLI DI NOCI CON CARDONCELLI

 

SECONDO PIATTO

FILETTO DI VITELLO CON CREMA DI FUNGHI E CECI NERI

 

SPUMONE

 

VINO DELLA CASA

ACQUA 

 

ZAMPONE CON LENTICCHIE

 

PANETTONE E SPUMANTE

 

EURO 35,00


 

 


IL NOME

E' un nome suggestivo per un locale originale, infatti è ispirato all'antica festa in onore della Patrona della città, la Madonna della Bruna, che si celebra il 2 luglio.
E' il CarroTrionfale di cartapesta, assalito e distrutto (video) da chi vuole conservarne un pezzo come reliquia sacra, l'elemento più atteso delle celebrazioni. E' un grande manufatto ricco di statue di angeli, di santi, di colombe e di puttini, ornato da nicchie, da pannelli e da dipinti che girano tutt'intorno. Sono questi variopinti ornamenti che ritroviamo nella sala superiore della Cantina, insieme ad una caratteristica galleria con le luminarie.

 

 
LOCALE TIPICO NEI SASSI, OSPITALITA' E CUCINA GENUINA

E' un locale tipico completamente scavato nella roccia, ubicato nei famosiSassi di Matera (video), e si articola in grandi spazi fra grotte, cunicoli, sale e salette molto suggestive e ricche di atmosfera. E' dotato anche di un'ampia corte panoramica dalla quale si scorge il duomo duecentesco e gran parte del Sasso Barisano. E' facilmente raggiungibile a piedi percorrendo l'antica e centralissima via delle Beccherie ed immergendosi nei tipici vicoli silenziosi di Via Spartivento. Sarete accolti in sala con gentilezza e senso dell'ospitalità, gusterete i piatti tipici della tradizione gastronomica della Basilicata (video) preparati dal titolare Chef Michele Vizziello (video): le fave con le cicorie, le pappardelle della Bruna con funghi cardoncelli e ceci, l'arrosto misto alla brace, il "cutturidd" e la "pignata", cotta nel recipiente di terracotta con carne, verdure ed aromi della Murgia, al calore del fuoco di un forno a legna.

 

LA STORIA DELLA CANTINA
Fin dal medioevo era già utilizzata come frantoio vinicolo e cantina per il deposito delle botti. Nel sec. XVII entra in possesso di uno dei casati più importanti della città di Matera, i Malvinni-Malvezzi. Le ultime eredi furono le duchesse Giuseppina, Alessandrina e Maria, figlie del 6° Duca Marco Malvezzi. La Cantina risale al 1641, data scolpita su uno dei palmenti e conserva, all'ingresso della corte, lo stemma dei Malvinni-Malvezzi dè Duchi di Santa Candida, presenti a Matera dal sec. XV, ma originari di Bologna.

 

 

 

SPECIALE CENA DI SAN SILVESTRO 2014

 


Tou virtuale dei locali tipici della struttura su google map --->

 

ACCOGLIAMO GRUPPI E SCOLARESCHE

 

 

 

 

 

 
 
 

Ristorante La Cantina della Bruna - Via Spartivento, 20 Matera - Sasso Barisano - www.lacantinadellabruna.com
All rights reserved  2008 ©  P. IVA IT00562510776